venerdì 7 marzo 2014

FINANZIAMENTI SABATINI BIS, CIRCOLARE DEL MINISTERO

Il Ministero dello sviluppo economico ha emanato la circolare n. 4567/2014, che fissa i termini e le modalità di accesso alla cd “Sabatini-bis” nonché ulteriori precisazioni in merito agli investimenti agevolabili. In particolare, a partire dalle ore 9.00 del 31/03/2014 le imprese potranno presentare le domande per la richiesta dei finanziamenti e dei contributi alle banche e agli intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra Mise, Cassa Depositi e Prestiti e ABI. La domanda di agevolazione ed i relativi allegati vanno compilati utilizzando esclusivamente, pena l’invalidità, i moduli disponibili entro il 10/03/2014 nella sezione “beni strumentali (nuova sabatini)” del sito internet del Mise. Lo strumento è rivolto alle PMI operanti in tutti i settori produttivi (inclusi agricoltura e pesca) che realizzano investimenti (anche mediante leasing) in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

mercoledì 12 febbraio 2014

AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE, DAL 31 MARZO OPERATIVA LA SABATINI BIS


AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE
DAL 31 MARZO OPERATIVA LA SABATINI BIS
Per la Sabatini bis sono pronti 2,5 mld di euro e le domande per l'accesso agli incentivi, varati dallo Sviluppo economico e garantiti da Cassa depositi e prestiti, si potranno presentare dal 31 marzo 2014, a partire dalle ore 9.00.
Sarà possibile presentare le domande di agevolazione alle banche o agli intermediari finanziari aderenti alle convenzioni. La domanda compilata in formato elettronico e sottoscritta con firma digitale va inviata attraverso la posta elettronica certificata. Saranno irricevibili le domande presentate antecedentemente al termine iniziale. La modulistica sarà pronta entro il 10 marzo 2014 con i relativi allegati. Necessario rimarcare che il mancato utilizzo degli schemi, la sottoscrizione di dichiarazioni incomplete e l'assenza, anche parziale, dei documenti e delle informazioni richieste costituiscono motivo di non ricevibilità della domanda e pertanto di inammissibilità al finanziamento e al contributo. Questo quanto scitto nella circolare diffusa dal ministero dello sviluppo economico.
Il decreto del fare ha previsto la costituzione presso la Cdp di un plafond di 2,5 miliardi che le banche e gli intermediari finanziari, aderendo alla convenzione, possono utilizzare per concedere, fino al 31 dicembre 2016, finanziamenti alle Pmi. Sono ammessi investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature nuove a uso produttivo, oltre a quelli in hardware, software e tecnologie digitali. Possibile anche il leasing, per operazioni concesse da società in possesso di una garanzia rilasciata da una banca che aderisce alla convenzione. Le Pmi che hanno ottenuto i finanziamenti ricevono (nel limite dello stanziamento annuale) un contributo a parziale copertura degli interessi, pari all'ammontare complessivo degli interessi calcolati al tasso del 2,75% su un piano convenzionale di ammortamento, con rate semestrali e della durata di 5 anni, di importo corrispondente al finanziamento. Il contributo viene calcolato secondo modalità inserite in un'appendice alla circolare e consultabili sul sito del ministero.
È prevista inoltre la possibilità di accedere alla garanzia del Fondo centrale Pmi sul finanziamento, fino all'80%, con priorità d'accesso.

martedì 4 febbraio 2014

PRESTITO AGEVOLATO PER LE SCORTE





AGEVOLAZIONI LEGGE 949

PRESTITO SCORTE



Prestito “Scorte” è un prodotto di finanziamento a tasso fisso o variabile, destinato a favorire l’approvvigionamento delle scorte di materie prime e prodotti finiti e il reintegro del capitale circolante.

Può avvalersi  degli interventi agevolativi della Legge 949/52 (contributo in conto interessi).
Il finanziamento può essere concesso velocemente e a costi competitivi, utilizzando anche gli sportelli ARTIGIANCASSA POINT, attivi presso CONFIDI COFINS o CASARTIGIANI.

La nostra associazione ti assiste per l'ottenimento delle migliori condizioni, sulla base delle esperienze maturate con le altre imprese della nostra rete associativa.

Clicca “Per saperne di più” per telefonare e avere maggiori informazioni oppure "Entra in contatto" per richiedere di essere ricontattato.
Il nostro ruolo è di essere al servizio delle imprese per ottenere i migliori vantaggi.




ENTRA IN CONTATTO - CHIEDI ASSISTENZA

CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER TAXI

Contributi sono concessi per il servizio di trasporto pubblico non di linea con taxi

Ricordiamo che le domande di agevolazione possono essere presentate sino alle ore 12 del 13 febbraio con una delle seguenti modalità:
  • in formato cartaceo, tramite raccomandata, posta celere o corriere espresso (in tutte e tre i casi con avviso di ricevimento) all'indirizzo Agenzia Sardegna Impresa e Sviluppo - BIC Sardegna S.p.A. - via Cesare Battisti, 14 - 09123 Cagliari; 
  • in formato elettronico, firmata digitalmente, tramite posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo del Soggetto attuatore bicsardegna.protocollo@pec.it 
Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a: 
ASSOCIAZIONE LIBERA IMPRESA
079262558 - email: ali@liberaimpresa.it

venerdì 31 gennaio 2014

ARTIGIANCASSA POINT



L'associazione Libera Impresa assiste le imprese per ogni esigenza riguardante i finanziamenti necessari all'impresa e alla persona, con indicaziono e gestione dei rapporti con il Confidi Cofins per le garanzie sui finanziamenti o per le pratiche sulla legge 949. 
L'associazione offre anche assistenza per le pratiche di finanziamento da presentare presso gli Artigiancassa Point (attivi presso il Confidi Cofins e la Casartigiani Sassari)







sabato 25 gennaio 2014

DANNI DALL’ALLUVIONE: ENTRO IL 31 GENNAIO I PRESTITI DALLE BANCHE PER PAGARE LE TASSE E ANCHE LE CARTELLE EQUITALIA


COMUNI COLPITI DALL’ALLUVIONE
PRESTITI DALLE BANCHE PER PAGARE LE TASSE E ANCHE LE CARTELLE EQUITALIA
L'Associazione bancaria italiana (Abi) e la Cassa depositi e prestiti hanno sottoscritto una convenzione finalizzata a finanziare la popolazione che ha subito danno.
Sono disponibili 90 milioni per finanziare chi deve pagare il prossimo 17 febbraio le tasse “sospese” dopo la tremenda alluvione che ha colpito molti comuni isolani. Saranno le banche aderenti all’iniziativa a provvedere materialmente ad istruire ed erogare il credito. Sarà possibile finanziare anche le cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, con scadenza nel periodo compreso tra il 18 novembre e il 20 dicembre 2013. I finanziamenti hanno durata di 2 anni e sono assistiti dalla garanzia dello Stato, con restituzione della sola quota capitale da parte dei beneficiari e della quota interessi da parte dello Stato.
Per quanto riguarda le modalità di accesso al finanziamento agevolato, i soggetti beneficiari, entro il 31 gennaio 2014, devono trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate il modello di comunicazione dei pagamenti, riportando solo l’importo dei tributi sospesi per il periodo in questione. Sempre entro il prossimo 31 gennaio, si possono stipulare i contratti di finanziamento, presentando alle banche aderenti la seguente documentazione:
  • un’autocertificazione con la quale il soggetto beneficiario, oltre a dichiarare di possedere i requisiti previsti dalla legge per accedere ai finanziamenti della specie, attesta di aver subito danni connessi con l’evento alluvionale di novembre 2013;
  • la copia del modello di comunicazione dei pagamenti presentato telematicamente all’Agenzia delle Entrate, nel quale è indicato l’ammontare dei versamenti sospesi;
  • la ricevuta di trasmissione rilasciata dall’Agenzia delle Entrate.
Per ogni opportuna assistenza: Libera Impresa 079262558 - ali@liberaimpresa.org